Amnesia, la nuova marijuana


Posted June 4, 2020 by comunicatifirenze

Una nuova incarnazione della marijuana, detta “Amnesia”, causa pericolosi problemi di memoria oltre a creare dipendenza e altri micidiali effetti collaterali.

 
Da sempre si beve alcool per “dimenticare” i problemi. Ecco che nuovo tipo di marijuana, detta “Amnesia”, causa vere e proprie amnesie oltre che problemi neurologici inaspettati per una varietà della cannabis. L’Amnesia viene infatti “potenziata” con aggiunta di metadone, eroina o altre sostanze chimiche di sintesi, e questo la rende assai più pericolosa.
Come per la maggior parte delle nuove droghe, il pericolo maggiore deriva dal fatto che non si può mai sapere che cosa ci mettono dentro. Ciò che è chiaro è che lo scopo di produttori, trafficanti e spacciatori è quello di creare nuovi clienti per le droghe che a loro piace davvero vendere: oppiacei, cocaina e sostanze sintetiche. Non si fanno molti soldi con la marijuana, la criminalità usa la marijuana solo come droga di passaggio a buon mercato per traghettare chi ne diventa dipendente verso sostanze molto più potenti, pericolose e redditizie.
È però da notare che la marijuana, anche quando assunta senza aggiunte di altre sostanze, può causare perdita di memoria. Questo è quanto risulta da nuovi studi pubblicati su JAMA (The Journal of the American Medical Association): persone di mezza età che hanno fumato marijuana ogni giorno per cinque anni o più, hanno avuto risultati peggiori in test di memoria sulle parole rispetto a coloro che non fumano spinelli. Più erba fumavano, più scarsa era la loro capacità di ricordare parole.
Molte persone fumano erba per rilassarsi e dimenticare i loro problemi, ma decine di studi dimostrano che chi fuma spesso sperimenta problemi di memoria a breve termine. La marijuana è particolarmente dannosa per le funzioni mnemoniche che vengono usate per la concentrazione e l'apprendimento. Si tratta della memoria che ci consente di ricordare un numero di telefono, eseguire l'aritmetica a mente o di tenere a mente una serie di indicazioni mentre stiamo viaggiando.
Come evitare che i nostri giovani cadano nell’errore di fidarsi dei media che promuovono la cannabis, dei siti internet che decantano le qualità della marijuana, degli spacciatori in cerca di nuovi clienti o persino dei loro amici più grandi che la sanno lunga?
“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. I giovani devono conoscere la dura verità: dove gira la droga, c’è spesso crimine e perversione sessuale.
Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.
La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.
“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard
-- END ---
Share Facebook Twitter
Print Friendly and PDF DisclaimerReport Abuse
Contact Email [email protected]
Issued By Giovanni Trambusti
Country Italy
Categories Education , Non-profit , Society
Last Updated June 4, 2020
Loading...